Registrati contattaci screensaver news photo gallery Video gallery Sponsor Forum
Società   Team   Storia   Stadio
Organigramma   Giocatori   Il calcio ad Aversa dal 1920 ai nostri giorni   Comunale di Aversa
Contatti Staff tecnico Dati tecnici
Sede e recapiti Settore giovanile Photo Storiche  
   
 
 
 

 

   

STORIA

 

HOME

 
Risultati serie D
Classifica serie D
Partite giocate
Calendario
 
Abbonamenti
La curva
Centro Cordinamento
Iniziative
 
 
 
 
Sponsor & Partner
Strategie e obiettivi
Link
Pubblicità stadio
Eventi ed Ospitalità
 
Sponsor Ufficiali
 
 
 
 
 
 

 

 
 

IL CALCIO AD AVERSA DAL 1920 AI NOSTRI GIORNI

Nella città di Aversa il gioco del calcio vide la luce nel 1920. In quell’anno, nell’odierna piazza Trieste e Trento (detta del Quartiere per una caserma che ospitava un Reggimento di Cavalleria) si svolgevano le prime partite di calcio, grazie alla volontà dei militari che nel tempo libero si divertivano a tirare calci al pallone tra l’ammirazione dei presenti. La squadra dei militari del Quartiere, il cui portiere era un “frugoletto” di nome Enrico Motti, polarizzava l’attenzione pubblica e determinò la nascita di un’altra compagine aversana. Sorse nel rione Lemitone, ad opera di Luca Duretto. Questa compagine si chiamò Juve Aversa e indossava la maglia a strisce bianconere. Tra il 1920 e il 1922 le squadre del Quartiere e la Juve Aversa ebbero degli incontri amichevoli, ma la prima gara ufficiale si svolse nel 1923 sul campo neutro di Carinaro alla presenza di un folto pubblico. La gara finì con uno 0-0 che invece di calmare gli animi fu causa di una più aspra rivalità. A riappacificare le due “fazioni” ci pensò un ufficiale responsabile della squadra del Quartiere (di origine piemontese) che propose la fusione fra le due compagini normanne. La proposta fu accolta e nel 1925 nacque l’Unione Sportiva Aversana, squadra composta dal meglio dei giovani militari e civili. Più tardi la società subirà molte trasformazioni, la sigla muterà in A.S.A. (Associazione Sportiva Aversana), poi A.C.A. (Associazione Calcistica Aversana) e la squadra, dopo la tragedia di Superga, prenderà la casacca granata, come quella del Grande Torino. La sede era ospitata in un basso del complesso dell’Annunziata, fuori Porta Napoli. L’Aversana giocherà dal periodo bellico fino alla soglia degli anni ’60 su un terreno di gioco posto nell’attuale ex Campo Profughi. Nel novembre del 1960 fu inaugurato l’attuale campo sportivo della “Rinascita”. Pur lottando per raggiungere i campionati professionistici, non riuscì mai a superare la IV serie. Nel 1967 la F.I.G.C. invitò l’U.P.A. (Unione Polisportiva Aversana) a partecipare al campionato di IV serie per meriti sportivi. L’occasione non fu colta dalle istituzioni e dagli imprenditori locali di quel periodo, cosicché il dibattito che si aprì portò ad un nulla di fatto e l’Aversana rimase a giocare nei campionati dilettantistici. A cavallo degli anni 70/80, sotto la presidenza di Cecco Cannavale e Carmine Tascone allenatore, la squadra vince il campionato, approdando alla promozione di allora. Dopo l’abbandono della presidenza da parte di Cannavale, si alternarono altri presidenti, ma non fu certo un periodo molto fortunato. Agli  inizi degli anni ’90, dopo aver cambiato nome in Real Aversa, la squadra granata approdò in serie D, con al vertice societario imprenditori locali come Massimo Della Volpe, Salvatore De Gaetano ed altri. Si sfiorò la promozione nella serie superiore (indimenticabile fu lo scontro con il Benevento), ma con l’abbandono dei citati dirigenti il calcio aversano subì una crisi che è durata per molti anni. Il resto è storia di oggi, con l’acquisto della società da parte di Giovanni Spezzaferri, affiancato in questa avventura piena di speranze da Alfonso Cecere ed altri nuovi dirigenti.

Un grazie per la memoria storica va a Geppino De Angelis e Antonio Marino

Aversa, situata nella fertilissima piana dell'entroterra a nord di Napoli sulla Statale 7 bis detta appunto "Terra di Lavoro", è il centro di un fitto gruppo di abitati che costituiscono l'Agro Aversano, in provincia di Caserta. Centro economico commerciale ed importante nodo di comunicazioni conta circa 70 mila abitanti. Dal 1992 è sede universitaria, vi sono le facoltà di Ingegneria ed Architettura della SUN, Seconda Università di Napoli.
Nella foto il centro storico intorno al Duomo.

Aversa noto centro calzaturiero è anche famosa per le sue specialità: la mozzarella di bufala e il vino asprino.

È patria dei musicisti Niccolò Jommelli (Aversa 1714-Napoli 1774) l'autore del Fetonte (1753) e Domenico Cimarosa (Aversa 1749-Venezia 1801) l'autore del Matrimonio Segreto (1792).
Da vedere
Il centro storico, il Duomo, le chiese di S. Maria a Piazza, S. Lorenzo, S. Biagio, Sant'Antonio, S. Francesco, S. Nicola, SS. Annunziata, il Castello Aragonese, il Sedile di S. Luigi, le antiche Porte, i portali catalani, le colonne romane ai quadrivi del centro storico.
Manifestazioni
Misteri, sacre rappresentazioni del secolo XVI (periodo pasquale).
Concorso pianistico nazionale "D. Cimarosa" (maggio).
Concorso nazionale di musica d'insieme "Città di Aversa" (maggio).
Mostra Internazionale del cinema "Inverso Sud" (maggio-giugno).
Spettacoli musicali, concerti d musica classica, sagre, manifestazioni artistico-culturali e gare di fuochi d'artificio (periodo estivo).

Aversa Prima Contea Normanna "dalle origini... verso il 3° millennio" Rassegna di Attività Produttive, Costume, Folclore, Moda e Spettacolo (settembre)

Corteo Storico Normanno

Il Palio degli Arcieri Normanni

Mostra e Degustazione di Prodotti locali

Musica e Danza

Aversa è... Moda

con il Patrocinio del Comune di Aversa. Organizzata da "Itinerari Musicali".

Rassegna internazionale di jazz "Aversa jazz" (settembre).
Festival del jazz (da ottobre a marzo).
Stagione concertistica a cura dell'Associazione musicale "D. Cimarosa" (autunno-inverno).
Stagione teatrale "Città di Aversa" (autunno-inverno).
Stagione concertistica dell'Accademia musicale "Pro Arte" (autunno-inverno).
Concorso di presepi e delle vetrine, cantata dei pastori, concerti e mostre (periodo natalizio). 

 
WWW.AVERSACALCIO.IT